Tre atti e due tempi

“Io mi chiamo Silvano ma la provincia è sempre pronta a trovare un soprannome. E da Silvano a Silver la strada è breve”. Con la sua voce dimessa e magnetica, sottolineata da una nota sulfurea e intrisa di umorismo amaro, il protagonista ci porta dentro una storia che, lette le prime righe, non riusciamo piú ad abbandonare. Con “Tre atti e due tempi” Giorgio Faletti ci consegna un romanzo composto come una partitura musicale e teso come un thriller, che toglie il fiato con il susseguirsi dei colpi di scena mentre ad ogni pagina i personaggi acquistano umanità e verità. Un romanzo che stringe in unità fili diversi: la corruzione del calcio e della società, la mancanza di futuro per chi è giovane, la responsabilità individuale, la qualità dell’amore e dei sentimenti in ogni momento della vita, il conflitto tra genitori e figli. E intanto, davanti ai nostri occhi, si disegnano i tratti affaticati e sorridenti di un personaggio indimenticabile. Silver, l’antieroe in cui tutti ci riconosciamo e di cui tutti abbiamo bisogno.

Titolo: Tre atti e due tempi

Autore: Giorgio Faletti

Editore: Einaudi

Anno: 2014

Lingua: Italiano

Isbn: 9788806220280

 

 

 

 

 

 

Niente lacrime per la signorina Olga

Quando la signorina Olga, una figura pallida avvolta nella pelliccia nera di astrakan, colletto e polsi di visone, cappellino di feltro verde scuro in testa con veletta, prende in affitto la mansarda di via Worktz 227, Trissera, grigia periferia di Milano, i condomini si limitano a fare qualche speculazione sul suo conto, come del resto fanno con tutti. Ma quando nove anni dopo il suo cadavere viene ritrovato con una fune intorno al collo, allora i vicini cominciano a spettegolare davvero. Quale passato può celarsi dietro l’apparentemente inappuntabile vita di una signorina ottantenne? Le trine, i merletti, i lampadari di cristallo, le sue belle cose di un gusto così raffinato possono veramente nascondere uno spiazzante segreto custodito per anni? Il commissario Gilardi pensa proprio di sì. D’altronde tutti sanno che le persone non sono mai come sembrano, vicini di casa compresi.

Titolo: Niente lacrime per la signorina Olga

Autore: Elda Lanza

Editore: TEA

Anno: 2018

Lingua: Italiano

Isbn: 97888502549671

 

 

 

 

 

 

Il matto affogato

Il matto affogato è uno degli scacchi matti più spettacolari, in cui il Re viene mattato da un solo pezzo avversario pur essendo circondato da pezzi amici: sono proprio questi ultimi infatti a impedire al monarca di sottrarsi al mortale scacco, ostruendo ogni via di fuga. E all’insegna del matto affogato saranno anche i due casi su cui si trova a indagare Max Gilardi, che ha rinunciato alla sua carriera di commissario a Milano per intraprendere quella di avvocato a Napoli. Ed è Napoli la vera protagonista del romanzo. Una Napoli volutamente dimenticata e faticosamente ritrovata, con tutte le sue contraddizioni, ma ricca di ricordi, di umori, di amici. E di un padre amato a stento. Questa città gli sta addosso come un vestito stretto, del quale poco a poco Max Gilardi, attraverso due delitti che lo coinvolgono, saprà liberarsi. Per ritornare a Napoli anche con il cuore, e con gli occhi di un uomo che si misura, senza condiscendenza, con la propria voglia di ricominciare a vivere.

Titolo: Il matto affogato

Autore: Elda Lanza

Editore: TEA

Anno: 2016

Lingua: Italiano

Isbn: 9788850250219

 

 

 

 

 

 

La provvidenza rossa

Un magnifico viaggio nella vita quotidiana del PCI ambrosiano degli anni Settanta: una burocrazia di partito articolata nel territorio che riesce a organizzare e controllare tutto e tutti, distretti, settori produttivi, sindacato, con una divertente meticolosità spinta fino ad avere responsabili delle prostitute, dei becchini e persino del settore della moda. 1977. Bruna Calchi viene trovata assassinata nel suo chiosco di fioraia nei pressi del cimitero monumentale di Milano. Il Partito comunista italiano vive il momento di massima espansione elettorale e di potere nel pieno della solidarietà nazionale mentre l’Italia è attraversata dal terrorismo brigatista. La Calchi è una militante del PCI, iscritta alla sezione Sempione, è attiva, polemica e battagliera; che si tratti di un omicidio politico? Le indagini dell’ispettore Modena, un poliziotto democratico e con simpatie a sinistra, si avviano caute, siamo in anni caldi e bisogna evitare facili semplificazioni; altrettanto cauta e ben più segreta parte quella del Partito, affidata al presidente della commissione probiviri Dondi e al suo vice Cavenaghi. Niente deve rimanere inesplorato: la vita privata di Bruna, che era bella e corteggiata, viene passata al setaccio, così come la sua abitazione dove fra i libri viene scoperto un consistente libretto al portatore. Quando viene fuori che l’arma del delitto è un vecchio Machinen pistol di fabbricazione tedesca i probiviri si allarmano, perché l’arma potrebbe far parte di una partita di mitra dell’ultima guerra poi tenuta nascosta dai partigiani proprio nella cantina della sezione. A quel punto si affrettano a occultare il tutto, a cambiare sede alla sezione per prevenire scoperte da parte della polizia che potrebbero compromettere l’affidabilità democratica comunista e, grazie alla presenza capillare del partito in città, riescono ad anticipare ogni mossa della polizia. A cerchi concentrici, come la città di Milano, l’indagine si allarga sempre di più, le piste battute sono tante e anche se cadono una dopo l’altra consentono agli investigatori – e ai lettori – di conoscere una galleria di fantastici personaggi, dall’oscuro militante al piccolo opportunista, dall’intellettuale di potere alle massime cariche, ai funzionari zelanti, popola il PCI milanese mentre si attraversa una suggestiva zona della milanesità storica, la Fiera Sempione, scrutata nei più riposti angoli.

Titolo: La provvidenza rossa

Autore: Lodovico Festa

Editore: Sellerio

Anno: 2016

Lingua: Italiano

Isbn: 9788838934483

 

 

 

 

 

 

La strada verso casa

Marco non ha mai scelto, perché ha paura che una scelta escluda tutte le altre. Non ha mai dato retta a nessuno, solo a se stesso. Sembra dire a tutti: amatemi pure, ma tenetevi lontani. Andrea, suo fratello maggiore, ha deciso da subito come doveva essere la sua vita, ha sempre fatto le cose come andavano fatte. È sposato con Daniela, una donna sobria ed elegante. Insieme avrebbero potuto essere perfetti. Marco invece ha molte donne, e Isabella. Lei è stata la sua prima fidanzata. Con lei ha passato quelle notti di magia in cui la bellezza dilata il tempo e la felicità strappa le promesse. Ma neanche con lei è mai riuscito a decidersi, a capire che la libertà non è per forza mancanza di responsabilità. E così continua a vivere in folle, senza mai mettere una marcia, fare una scelta. Se non che a volte la vita che hai sempre tenuto sotto controllo inizia a cadere a pezzi. Il nuovo romanzo di Fabio Volo racconta la storia di due fratelli che gli eventi costringono ad avvicinarsi, a capirsi di nuovo. E di un inconfessabile segreto di famiglia che li segue come un fantasma. Racconta una grande e tormentata storia d’amore che attraversa gli anni, e come tutte le grandi storie d’amore ha a che fare con le cose splendide e con quelle terribili della vita. Racconta il dolore che piega in due e la felicità che fa cantare inventandosi le parole. Ci fa ridere, commuovere, emozionare.

Titolo: La strada verso casa

Autore: Fabio Volo

Editore: Mondadori

Anno: 2013

Lingua: Italiano

Isbn: 9788804633570

 

 

 

 

 

 

Il partigiano Edmond

Nel corso della Seconda guerra mondiale, il giovanissimo Edmond riesce a fuggire da un campo di sterminio e a raggiungere alcuni partigiani ebrei che tentano di resistere all’esercito tedesco nascondendosi nella foresta ucraina. Sotto il comando del loro leader, Kamil, questo gruppo di uomini, donne e bambini lotta contro il freddo e l’estrema miseria, organizzando agguati ai danni dell’esercito tedesco e deragliamenti di treni. Perché il loro scopo non è solo quello di sopravvivere, ma è anche, e soprattutto, quello di salvare il proprio popolo e raggiungere “la vetta”, il luogo tanto geografico quanto spirituale della loro realizzazione.

Titolo: Il partigiano Edmond

Autore: Aharon Appelfeld

Editore: Guanda

Anno: 2017

Lingua: Italiano

Isbn: 9788823516779

 

 

 

 

 

 

Il ladro gentiluomo

“C’è una lunga tradizione di storie avventurose che hanno per protagonisti gioielli misteriosi, La pietra di luna di Wilkie Collins, per esempio, ma anche Il furto di gioielli al Grand Metropolitan di Agatha Christie e molti altri. Ho voluto camminare nel solco di queste storie dal sapore un po’ rétro quando ho pensato alla trama di Il ladro gentiluomo , che è in effetti vintage già dal titolo, e che propone un’ambientazione differente rispetto ai precedenti della serie: Alice Allevi si trova infatti trasferita suo malgrado nel gelido inverno di Domodossola, dove non trova di meglio da fare che consegnare a un ladro – che non sembra tale, ma altrimenti che gentiluomo sarebbe? – un prezioso diamante rosa rinvenuto durante l’autopsia di un ladruncolo di scarsi mezzi morto durante una rocambolesca fuga. E così anche Alice si mette sulle tracce del ladro che l’ha raggirata, mentre nel frattempo lei e Claudio subiscono lo scossone più forte che la loro storia abbia mai ricevuto…”

Titolo: Il ladro gentiluomo

Autore: Alessia Gazzola

Editore: Longanesi

Anno: 2018

Lingua: Italiano

Isbn: 9788830449633

 

 

 

 

 

 

Le rose del vento. Storia di destini incrociati

Si dice che il punto migliore per cominciare a raccontare una storia sia l’inizio. Ed è ciò che l’autrice di questo romanzo fa: interrogare le storie dei propri avi, dai rami dell’albero scendere fino alle radici. Un impulso incontenibile, vitale: “Mi sento indecifrabile a me stessa. Mi manca la chiave. Ripercorro la storia a ritroso, in cerca di una casa che sia la mia”. Tessendo la trama delle proprie origini, Widad Tamimi ci porta nel cuore tormentato del secolo appena trascorso. E ci racconta di un padre, Khader, nato in Palestina, a Hebron, nel 1948, proprio l’anno della fondazione dello Stato di Israele. La famiglia si era trasferita a Gerusalemme in cerca di benessere, ma la guerra li ha costretti a fuggire e a tornare nella città di origine. Sono poveri, lavorano la terra, vivono in una stanza di mattoni e lamiera. Khader ha un sogno: diventare un pediatra per aiutare i bambini del suo paese. Nel 1967 c’è una nuova guerra che li rende profughi per la seconda volta. Scappano ad Amman, in Giordania. Ancora più indietro negli anni Carlo Weiss, il nonno materno, nasce a Trieste nel 1924, è ebreo e si sente fiero di essere italiano, la villa di famiglia è frequentata da scrittori, musicisti, psichiatri. Finché, nel 1938, la situazione per gli ebrei si fa insostenibile e Carlo e i suoi scappano, prima a Losanna, poi a Londra, infine negli Stati Uniti. Carlo rientra in Italia nel 1947, pochi mesi prima che la famiglia di Khader sia costretta a fuggire da Gerusalemme.

Titolo: Le rose del vento. Storia di destini incrociati

Autore: Widad Tamini

Editore: Mondadori

Anno: 2016

Lingua: Italiano

Isbn: 9788804660354

 

 

 

 

 

 

Ogni mattina a Jenin

Un romanzo struggente che può fare per la Palestina ciò che il “Cacciatore di aquiloni” ha fatto per l’Afghanistan. Racconta con sensibilità e pacatezza la storia di quattro generazioni di palestinesi costretti a lasciare la propria terra dopo la nascita dello stato di Israele e a vivere la triste condizione di “senza patria”. Attraverso la voce di Amal, la brillante nipotina del patriarca della famiglia Abulheja, viviamo l’abbandono della casa dei suoi antenati di ‘Ain Hod, nel 1948, per il campo profughi di Jenin. Assistiamo alle drammatiche vicende dei suoi due fratelli, costretti a diventare nemici: il primo rapito da neonato e diventato un soldato israeliano, il secondo che invece consacra la sua esistenza alla causa palestinese. E, in parallelo, si snoda la storia di Amal: l’infanzia, gli amori, i lutti, il matrimonio, la maternità e, infine, il suo bisogno di condividere questa storia con la figlia, per preservare il suo più grande amore. La storia della Palestina, intrecciata alle vicende di una famiglia che diventa simbolo delle famiglie palestinesi, si snoda nell’arco di quasi sessant’anni, attraverso gli episodi che hanno segnato la nascita di uno stato e la fine di un altro. In primo piano c’è la tragedia dell’esilio, la guerra, la perdita della terra e degli affetti, la vita nei campi profughi, condannati a sopravvivere in attesa di una svolta. L’autrice non cerca i colpevoli tra gli israeliani, racconta la storia di tante vittime capaci di andare avanti solo grazie all’amore.

Titolo: Ogni mattina a Jenin

Autore: Susan Abulhawa

Editore: Feltrinelli

Anno: 2013

Lingua: Italiano

Isbn: 9788807881336

 

 

 

 

 

 

Una giostra di duci e paladini

Il giornalista Victor Costa è scomparso. Anche se è ormai sporadica la frequentazione che il professor Walter Savini ha con lui, la telefonata di Carla, l’ex moglie di Victor, lo mette in ansia. Forse perché sono tanti i ricordi che condivide con lui e con gli altri amici che lavorarono al progetto della Città del Teatro, che li aveva uniti all’incirca vent’anni prima. Poi ciascuno aveva preso un’altra strada, come spesso accade, ma avevano cercato di non perdersi di vista. Ancora scosso, Walter decide di chiedere aiuto ai suoi vecchi compagni e consiglio al loro mentore di allora, Amleto Coen. Basterà sentirli, perché le loro vite tornino a incrociarsi nella ricerca dell’amico scomparso. Nel frattempo, sono già in tanti sulle tracce di Victor, persino i Servizi segreti. Lo cercano perché ha tra le mani delle informazioni che potrebbero danneggiare il governo. E il Capo, l’uomo che è tornato al potere impersonando lo spirito dei tempi e il destino della nazione, non può certo permetterlo. In un susseguirsi di eventi, tra agenti che pedinano altri agenti, e convegni di aspiranti terroristi, mentre tragedia e farsa si rincorrono, Victor e i suoi amici cercano di non soccombere. In questa giostra di «duci e paladini», che sposta lo scenario della storia da una città di provincia del Nord Italia a Milano, poi a Parigi, fino a Bangkok, per poi tornare in Italia, a Roma e di nuovo nella cittadina di partenza, si intreccia e si dipana un intrigo che coinvolge politica, ambizioni, denaro, amicizie e passioni mai sopite né dimenticate.

Titolo: Una giostra di duci e paladini

Autore: Alberto Cassani

Editore: Baldini+Castoldi

Anno: 2021

Lingua: Italiano

Isbn: 9788893883610