Chiusura festività natalizie della biblioteca

Si informa che la Biblioteca civica “Prospero Rendella” in occasione delle festività natalizie sarà aperta il 24 dicembre dalle ore 9.00 alle ore 13.30.

Sarà chiusa il 25, 26, 31 dicembre e 1 gennaio. Sarà eccezionalmente aperta lunedì 6 gennaio dalle ore 15.00 alle ore 20.00.

Convegno “La legge pugliese sul piano casa: legge deroga o destrutturazione sistemica?”. In Rendella il 13 dicembre

L’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Bari, in collaborazione con il Comune di Monopoli, organizza il convegno gratuito “La Legge Pugliese sul Piano Casa: legge deroga o destrutturazione sistemica?”.

Il convegno avrà luogo venerdì 13 dicembre dalle ore 16.00 in biblioteca.

“Book concert” a cura dell’ICOM: l’11 dicembre in Rendella

L’ICOM – Istituzione Concertistica Orchestrale Monopolitana, presenta in biblioteca mercoledì 11 dicembre alle ore 20.00 “Book Concert”, con la presentazione del libro di Francesco Mazzotta “Dall’acciaieria alla fabbrica dei Suoni. L’officina artistica di Giovanni Tamborrino” e a seguire concerto del “Drama Percussion” con Giuseppe Bolettieri, Federico ApollaroAndrea Tamborrino, Nicola Montemurno.

 

 

Presentazione del libro “Il Castello di Santo Stefano a Monopoli. Archeologia per l’architettura in Puglia”: il 10 dicembre in biblioteca

Martedi 10 dicembre alle ore 17.30 in biblioteca entreremo nelle stanze del Castello di Santo Stefano.

La prof.ssa Angela Diceglie illustrerà i risultati di una ricerca del Dipartimento DISUM dell’Università degli Studi Bari, pubblicata nel suo volume “Il Castello di Santo Stefano a Monopoli. Archeologia per l’architettura in Puglia”.
Scopriremo insieme le diverse fasi costruttive del Castello, dall’età romana fino a quelle di età ottocentesche. Ricostruire gli eventi storici e costruttivi del castello, è stato il primario obiettivo dello studio, consentito dalla proficua collaborazione tra architetti e archeologi.

Interverranno: Stefano Bronzini Rettore dell’Università di Bari, Fabio Fatiguso prorettore del politecnico di Bari, Paolo Ponzio Direttore del Dipartimento Disum di Uniba, Caterina Laganara coordinatore del corso di laurea in Archeologia, Pietro D’Amico Dirigente settore cultura del Comune di Monopoli, Amedeo D’Onghia Dirigente settore Urbanistica del Comune di Monopoli, l’Assessore alla Cultura Rosanna Perricci. Coordina Rossella Matarrese Giornalista RAI 3.

Mangiare è un atto civico

L’atto di mangiare implica la responsabilità di tutti e di ciascuno, attraverso una grande catena che va dalla Terra al piatto. Noi non siamo al centro del mondo. Le altre specie viventi – animali e vegetali – meritano lo stesso rispetto che riserviamo a noi stessi. Continuare a distruggerle, come stiamo facendo, significa condannarci a una morte certa, ben più di quanto non si creda. In questo libro, dove ha scelto di raccontare alcuni episodi della sua vita, Alain Ducasse ci propone alcune soluzioni concrete per riapprendere a mangiare. Nel corso di queste pagine incontrerete un curioso gesuita delle Filippine, un cuoco che serve delle carote al vapore a tutta New York, un orticoltore della banlieu, una coppia di piccoli produttori che, in Normandia, hanno creato un ecosistema unico nel suo genere. Il loro impegno, l’impegno di Ducasse, è anche il vostro. Perché mangiare è un atto civico.

 

Dettagli

Titolo: Mangiare è un atto civico

Autore: Alain Ducasse, Christian Regouby

Editore: Einaudi

Anno: 2018

Lingua: Italiano

Isbn: 9788806239558

 

 

 

 

Economia fondamentale. L’infrastruttura della vita quotidiana

F come Fondamentale. Il benessere dei cittadini dipende dallo stato dell’economia fondamentale: l’acqua, le scuole, gli ospedali e cosí via. La logica degli affari, qui, ha fallito clamorosamente. L’economia fondamentale è la base materiale del benessere e della coesione sociale. È quel che ogni giorno dovremmo poter dare per scontato: acqua potabile sicura, energia elettrica non razionata, servizi sanitari evoluti e accessibili, istruzione avanzata gratuita, infrastrutture e trasporti pubblici efficienti, servizi di cura per bambini e anziani, mercati alimentari orientati al benessere dei consumatori e dei produttori di cibo. Da molti anni i Paesi europei seguono una strada diversa: l’economia fondamentale è messa al servizio del business, esasperando competitività e orientamento al profitto. Il prezzo che paghiamo è l’inasprimento delle disuguaglianze, la dissoluzione dei legami sociali, la deriva populista e nazionalista.

 

Dettagli

Titolo: Economia fondamentale. L’infrastruttura della vita quotidiana

Autore: Collettivo per l’economia fondamentale

Editore: Einaudi

Anno: 2019

Lingua: Italiano

Isbn: 9788806241605

 

 

 

 

Il silenzio è cosa viva : l’arte della meditazione

Meditare è seguire i movimenti della nostra mente smettendo di affaccendarci in azioni, pensieri, preoccupazioni per il futuro, ricordi del passato. Meditare non è fare il vuoto intorno a noi. Anzi: è non separare i mondi, non dividere quel che consideriamo spirituale da quel che riteniamo ordinario. E i gesti quotidiani di cucinare, lavare i piatti, telefonare, pulire, leggere possono diventare forme di preghiera. È insomma stare dentro noi stessi, dentro tutto ciò che siamo in quel momento, consapevolmente. Spesso si pensa che la soluzione al dolore e all’ansia sia altrove, ma è nel dolore la soluzione del dolore (e nell’ansia la soluzione dell’ansia). Sentendolo, abitandolo, assaporandolo, non è piú un estraneo, ma a poco a poco un ospite scomodo, irruente, tempestoso e infine un pezzo di noi. Lasciare spazio intorno ai gesti ordinari, dargli una stanza, li fa brillare, permette che aprano un varco nell’oscurità in cui di solito viviamo, nel nostro quotidiano sonno. Allora, pian piano, si ricevono le visite della consapevolezza: sono i miracoli del noto.

 

Dettagli

Titolo: Il silenzio è cosa viva : l’arte della meditazione

Autore: Chandra Livia Candiani

Editore: Einaudi

Anno: 2018

Lingua: Italiano

Isbn: 9788806237608

 

 

 

 

Il pensiero politico medievale

Superando sia i secolari pregiudizi negativi su un presunto medioevo tenebroso, sia certe rivalutazioni troppo convenzionali e rapide, che a volte caratterizzano l’interesse per il pensiero medievale, il libro di Gianluca Briguglia propone una lettura delle teorie politiche medievali nel loro contesto proprio. Ne scaturisce un’introduzione originale e plurale al pensiero politico del medioevo (XII-XV secolo), in cui i maestri delle università e i teologi, ma anche gli intellettuali delle città, i laici, perfino i traduttori dei testi latini nelle lingue volgari rispondono ai problemi del loro presente ricollocando teorie del passato, modificando idee ricevute, costruendo orizzonti teorici del tutto nuovi. Per questo il volume non solo tratta idee e teorie di autori classici, da Tommaso d’Aquino a Marsilio da Padova, ma include autori spesso neppure menzionati in opere di questo tipo, e la cui importanza va ormai riconosciuta, come nel caso di un Brunetto Latini, di un Tolomeo da Lucca o di un Giacomo da Viterbo, e soprattutto ricostruisce contesti concettuali capaci di rendere piú approfondita e ampia la conoscenza del pensiero medievale, come nel caso delle «ecclesiologie politiche», dell’importanza delle lingue volgari, degli intrecci tra post-aristotelismo e ispirazioni guelfe o ghibelline.

 

Dettagli

Titolo: Il pensiero politico medievale

Autore: Gianluca Briguglia

Editore: Einaudi

Anno: 2018

Lingua: Italiano

Isbn: 9788806233532

 

 

 

 

Musica e trance : i rapporti fra la musica e i fenomeni di possessione

Che si sia in Siberia o nella Terra del Fuoco, in Vietnam, Africa, Italia o Brasile, oggi o nell’antichità, ovunque la musica è associata alla trance. Perché? È forse dotata di un potere misterioso, in grado di gettare le persone in quello stato di follia che i Greci chiamavano mania? Qualcuno potrebbe crederlo, ma non è cosí. I rapporti tra musica e trance sono molto vari e talvolta contraddittori. Spesso accade che la musica provochi la trance – o che sembri provocarla – ma anche con frequenza la placa. Queste contraddizioni possono essere comprese situando l’azione della musica – i suoi «effetti» – non solo nella dinamica dell’esperienza della trance, ma anche in quella del rituale, nei luoghi in cui essa avviene. Rouget compie una straordinaria sintesi della letteratura antropologica, etnomusicologica e storico-religiosa, proponendo una tassonomia dei vari dispositivi tradizionali e precise ipotesi sui rispettivi ruoli che musica, danza, rito, finalità religiose e terapeutiche giocano nello «strano meccanismo» della trance, a cominciare da quella di possessione.

 

Dettagli

Titolo: Musica e trance. I rapporti fra la musica e i fenomeni di possessione

Autore: Gilbert Rouget

Editore: Einaudi

Anno: 2019

Lingua: Italiano

Isbn: 9788806240219

 

 

 

 

L’ occhio della macchina

L’occhio della macchina connette la storia dell’Informatica con il pensiero visivo, propone esempi, storie e suggestioni, mostra il funzionamento di hardware e software, descrive media e dispositivi. Interroga pensatori in un campo vasto che va dalla Matematica alla Futurologia. Affronta la storia di un occhio di natura matematica, con la matrice ben radicata nella Cibernetica. Un occhio informatico che si sviluppa in campi come l’Imaging, la Computer Vision, la Computer Graphics, la realtà virtuale e la realtà aumentata. Un occhio dei Sensori e dell’Intelligenza artificiale, che vive di Informazioni e Database. L’occhio della Robotica e della Domotica, dei droni a volo autonomo, delle auto che si guidano da sole, degli algoritmi di Google, di Netflix e di Amazon… L’occhio delle nostre macchine, quelle che usiamo tutti i giorni e che ci aiutano a vedere, fotografare, riprendere, visualizzare.

 

Dettagli

Titolo: L’ occhio della macchina

Autore: Simone Arcagni

Editore: Einaudi

Anno: 2019

Lingua: Italiano

Isbn: 9788806235031